Fin dai tempi dei Pisani le mura e le torri che circondavano la città erano oggetto di cure speciali; e… Read more
Leggi tutto
Sassari era edificata in un territorio incantevole per mitezza di clima, abbondanza d’acque e ricchezza di vegetazione. Abbiamo infatti veduto… Read more
Leggi tutto
Iconfini di Sassari (come risultano dall’articolo 34 del Codice) erano i seguenti. Riporto le stesse parole, col nome delle ville… Read more
Leggi tutto
La pianta di Sassari sul finire del secolo XIII era quasi identica a quella del 1835. La città era circondata… Read more
Leggi tutto
Le Porte di Sassari al tempo della Repubblica erano quattro, una per ogni quartiere, cioè: Porta di Capu de Villa… Read more
Leggi tutto
All’intorno tre miglia della città vi saranno circa 400 ruscelli, e fontane. Fra queste è da considerarsi la fontana chiamata… Read more
Leggi tutto
La città è murata all’antica; entrasi in questa per cinque porte denominate del Castello, del Macello, e Rosello, porta Ucceri,… Read more
Leggi tutto
Piazza Tola, era l’area del mercato del grano dove i commercianti conferivano i cereali e li “pesavano” per la vendita… Read more
Leggi tutto
  Ivenditori di pesce e d’anguilla dovevano vendere questo genere nello stesso giorno della pesca, né potevano tenerlo in casa.… Read more
Leggi tutto
Né dentro le mura della città, né nella valle di Gurusele, cioè dal villaggio di Enene sino al villaggio di… Read more
Leggi tutto
Le frutta si vendevano per la città, e non era certo trascurata la pulitezza. L’art. 83 vietava alle donne che… Read more
Leggi tutto
Il pane e tutti i commestibili si vendevano dappertutto per la città, meno nella Piazza Cotinas. L’ufficio di sorvegliatori era… Read more
Leggi tutto
Risulta dall’art. 72 degli Statuti sassaresi, che per ogni arte o mestiere venivano nominati due buoni uomini, intendenti e conoscitori… Read more
Leggi tutto
La Repubblica teneva molto alla pulizia delle vie della città. L’art. 133 ordinava si chiamasse ogni anno un buon uomo… Read more
Leggi tutto
Ai tempi della Repubblica, e così molto prima e molto dopo, Sassari non sapeva che cosa fossero i fanali, come… Read more
Leggi tutto
  L’art. 14 del Libro II dice: «Se alcun sassarese o del distretto, farà un malefizio od un debito con… Read more
Leggi tutto
  Le pene più crudeli sanzionate dagli Statuti sono per i ladri. Dei ladri, al tempo della Repubblica, si aveva… Read more
Leggi tutto
Se alcuno colpiva un suo simile con ferro, pietra, frusta od altro, le pene erano le seguenti: se dalla ferita… Read more
Leggi tutto
Le carni di qualunque specie, non si potevano vendere che nel Macello, il quale era in Porta Gurusele, e propriamente… Read more
Leggi tutto
Dove oggi è il Monastero di Santa Elisabetta, erano i bagni pubblici; ed anche al presente vi scorre al dissotto… Read more
Leggi tutto