Sassari comune con Pisa

1278. Le cinque Parrocchie

Dorgodorio, Arcivescovo Turritano, fu il primo che abbandonò in quest’anno la Sede di Torres, già quasi deserta di abitanti, per fissare la sua residenza in Sassari, sua patria. Con atto del 24 Settembre divise la città nelle attuali cinque Parrocchie: San Nicola (che sino a quest’anno si chiamava Nostra Signora del Popolo, di cui era pievano Pietro Fara) – Santa CaterinaSan SistoSan Donato – e Sant’Appolinare. Edificò pure a sue spese il Palazzo Arcivescovile.

Sempre nel 1278 i Sassaresi segnano atto di tregua con Barisone Doria (nipote dell’uccisore di Zanche) il quale per tre anni li aveva continuamente osteggiati. Si liberarono pure, e non furono più molestati, dalle pretese del Conte Guelfo, figlio del Conte Ugolino.