Sassari Pisana

Terre soggette a Sassari

 

Le terre soggette a Sassari nel declinare del secolo XIII erano le regioni di Romandia e di Fluminaria, ed una parte della Nurra.
La Sardegna era divisa in quei tempi in quattro Giudicati: Cagliari, Torres, Arborea e Gallura.
Come oggi le Provincie si dividono in Mandamenti, allora i Giudicati si dividevano in regioni, o Curatorie, dal titolo del loro amministratore chiamato Curatore.
La Provincia di Torres si divideva in 17 Curatorie. Noi ci occuperemo solo di quelle riguardanti Sassari.

Curatoria di Romangia o Romagna. – Era così denominata perché abbracciava tutto l’agro della Colonia Romana di Torres, e comprendeva le seguenti ville: Gennor (Sennori) – Gèrito – Sosso (Sorso) – Taniga e Uruspa; – a destra del fiume aveva Plaiano, Querqui e Settepalme – alla sinistra Bionis, Cruca, Soranna, e poche altre.

Curatoria di Nurra. – Così denominata da Nure, antica città colà esistente. Conteneva le seguenti ville: – Bàraci – Duo Noragis – Elzi – Èsquili – Erisi – Esse – Fioredu – Fraile – Giliti – Issi – Lampiano – Logu – Nurchi – Nure – Occoà – Oltari – Palmadula – Piddiacea – Portopalma – Sant’Elena di Flumen – San Simplicio – Sojana – Subbiano – Trana – Val d’olmo – Violossi – Ussi.

Curatoria di Fluminaria. – Questo nome le fu dato per significare luogo di fiumi; fiumi però ve ne sono ben pochi, e in compenso è ricchissima di fonti. In questo distretto si rammentano: – Ardu – Bosoe – Bimari – Cleu – Domus novas – Enene –  Eristola – Etha – Froxiu – Innoviu – Lentis – Lequili – Murussa – Ottava – Chitarone – Tatari – Save – Silki – Tavera e Tiliba.

Alcune di queste ville, secondo il parere dell’Angius, potrebbero appartenere alla Nurra invece della Fluminaria, ma ciò poco importa.
Fatto è, che di tutti questi villaggi, seminati nei dintorni di Sassari, oggi non ne esistono che una mezza dozzina. Essi furono tutti distrutti, e i suoi abitanti fusi coi Sassaresi; e quindi Tàtari è sorta e si è ingrandita a furia di villaggi sopra villaggi, cementati colla polvere di una superba città romana – l’antica Torres. – Fondi ora il lettore tutte le notizie che gli abbiamo dato, e creda quel che gli torna meglio.
La Storia non dà alcun ragguaglio del come sia decaduta la città di Torres, e del come sia sorta quella di Sassari. Questo cambiamento si è operato nel silenzio e nel mistero di due secoli. Tutto d’un tratto, all’improvviso, come al tocco di una bacchetta magica, vediamo Sassari in piedi, ricca di abitanti, e addirittura pisana; – e Torres prostrata al suolo nella miseria e nell’abbandono. Dei Giudici che ci governarono mentre eravamo in fasce non si hanno ricordi tranne alcune antiche abbazie e pochi monasteri di diversi ordini, sorti per cura di Barisone I, della madre di Mariano I e di Barisone II.