Topografia della città

La pianta di Sassari sul finire del secolo XIII era quasi identica a quella del 1835. La città era circondata da mura, e le torri non erano forse meno di una trentina. Anche oggi si possono vedere le vestigie di queste torri e muraglie, di cui restano parecchie in piedi verso il settentrione, cioè fra Porta Rosello e Porta Sant’Antonio. Ben s’intende che in quel tempo non esisteva ancora il famoso Castello demolito parecchi anni or sono per erigere l’attuale Caserma; esso fu edificato dagli Aragonesi quaranta anni dopo, come diremo a suo luogo.